Urologia

Urologia

È una branca specialistica medica e chirurgica che si occupa delle patologie a carico dell'apparato urinario maschile e degli organi genitali maschili esterni.

Per la prevenzione, la diagnosi e le terapie delle patologie che interessano l’apparato urinario sia maschile che femminile. Per ognuna delle patologie qui sotto elencate individuiamo il percorso di cura: ipertrofia prostatica; ritenzione vescicale; infezioni delle vie urinarie; tumori del rene, della prostata e della vescica; cistite; calcolosi urinaria e incontinenza urinaria.

Ipertrofia Prostatica


L’ipertrofia prostatica benigna (detta anche iperplasia prostatica benigna) consiste in un aumento del volume della prostata che, per i suoi rapporti anatomici con la vescica e l’uretra, determina una serie di sintomi a carico della minzione (l’atto di urinare). Il trattamento dell’ipertrofia prostatica può essere di tipo farmacologico o chirurgico.

Ritenzione Vescicale


La ritenzione urinaria è una condizione che può interessare sia gli uomini che le donne. Si tratta di una condizione che può essere sia di tipo acuto (ovvero ad esordio improvviso), che di tipo cronico (sviluppa lentamente nel tempo)

La ritenzione urinaria acuta è una condizione grave e potenzialmente letale. Si consiglia di chiamare il 118 o di recarsi presso l’ospedale più vicino in presenza di uno qualsiasi dei seguenti sintomi: Gonfiore che interessa la parte inferiore del ventre (addome), Forte disagio o dolore nella zona sovrastante l’osso pubico (dolore o disagio sovrapubico), Ansia severa e Improvvisa incapacità di urinare nonostante la vescica sia piena

Infezioni delle vie urinarie


Vengono ricollegate solitamente alla presenza dei agenti patogeni nelle urine. Vi sono infezioni che possono riguardare le basse vie urinarie, come cistiti, uretriti e prostatiti, o le vie urinarie superiori, con pielonegriti e cirtopieliti (più rare).

Si verificano quando i batteri penetrano attraverso l'uretra a si moltiplicano nelle vie urinarie. Il responsabile della maggior parte di queste infezioni è il batterio Escherichia coli, normalmente presente nell'intestino. Per questo motivo, pur colpendo sia gli uomini che le donne, queste ultime sono maggiormente predisposte a soffrirne a causa della brevità dell'uretra, che facilita la risalita dei batteri, e per la vicinanza dei genitali all'ano. Ciò non significa, però, che gli uomini ne siano esenti.

Tumori

h-line1

Tumori del rene, della prostata e della vescica

Tumore del rene: Sintomi quali dolori addominali o ai fianchi, ipertensione arteriosa anche in giovane età, ematuria o una massa su un fianco che risulti palpabile a un esame obiettivo possono indurre a eseguire un esame radiografico/ecografico.

Tumore della prostata: Vi sono diverse varietà di tumore, ma oltre il 90% dei pazienti presenta un adenocarcinoma che si manifesta in diverse varianti. Tale carcinoma è il piu’ frequente tumore maligno tra gli uomini, circa il 30% degli uomini di oltre 50 anni di età presenta prove istologiche di questa patologia e la percentuale aumenta con l’invecchiare della popolazione.

E Tumore della vescica: causa la maggior parte delle volte sangue nelle urine, Altri sintomi possono includere dolore e bruciore durante la minzione, con urgente e frequente bisogno di urinare.

Cistite

h-line2

Cistite
Sono causate nella maggior parte dei casi da batteri che provengono dal proprio intestino. Sebbene all’interno dell’intestino non causino problemi, possono determinare un’infezione quando migrano in altre parti del corpo. Tali infezioni sono rare negli uomini di età inferiore ai 50, ma diventano più comuni negli uomini anziani, mentre sono assai comuni nelle donne a tutte le fasce d’età.

Calcolosi Urinaria

h-line3

Calcolosi Urinaria
Può avere una diagnosi occasionale (calcolosi asintomatica) oppure essere individuata in seguito alla comparsa di sintomi e segni più o meno specifici (calcolosi sintomatica) quali il dolore (colica renale – sintomo più frequente), l’ematuria (sangue nelle urine), la lombalgia, l’infezione delle vie urinarie, o l’insufficienza renale nei casi più gravi.

Incontinenza Urinaria

h-line4

Incontinenza Urinaria
L’incontinenza urinaria maschile è meno diffusa rispetto a quella femminile e si manifesta soprattutto con l’avanzare dell’età. Con il tempo, infatti, in seguito ai vari cambiamenti che si verificano nell’organismo, l’individuo può diventare non più in grado di controllare la minzione. Spesso accade che si instauri una diminuzione della capacità a carico della vescica.
Chiama Ora
Dove Siamo
Email